Blog

La Commissione europea ha presentato il programma definitivo di Horizon 2020, un investimento di circa 30 miliardi di euro nei prossimi 3 anni.

La Commissione europea ha annunciato come spenderà, nel periodo 2018-2020, 30 miliardi di euro a valere su Horizon 2020, il più grande programma di ricerca e innovazione dell’Unione europea con quasi 80 miliardi di euro di finanziamenti disponibili in 7 anni (dal 2014 al 2020), oltre agli investimenti privati ​​che ha attratto ed attirerà.

Visto come un mezzo per guidare la crescita economica e creare posti di lavoro, Horizon 2020 ha il sostegno politico dei leader europei e dei deputati al Parlamento europeo, concordi sul fatto che la ricerca è un investimento sul nostro futuro e quindi la collocano al centro del programma dell’UE.

Horizon 2020 sostiene l’eccellenza scientifica in Europa ed ha contribuito a realizzare conquiste di alto profilo sui tre i pilastri del programma: Eccellenza Scientifica, Leadership Industriale, Sfide della Società. Le prime scadenze sono a gennaio e febbraio 2018. L’obiettivo è garantire che l’Europa produca una scienza di livello mondiale, rimuova gli ostacoli all’innovazione e renda più facile per i settori pubblico e privato collaborare nel fornire innovazione, ponte tra ricerca e mercato.

Horizon 2020 è aperto a tutti, con una struttura semplice che riduce la burocrazia e il tempo in modo che i partecipanti possano concentrarsi su ciò che è veramente importante. Questo approccio fa sì che i nuovi progetti possano decollare rapidamente e ottenere risultati più velocemente.

Rispetto ai programmi quadro precedenti, i progetti di Horizon 2020 vengono misurati in maniera puntuale non solo dal punto di vista tecnologico e scientifico ma anche, e soprattutto, dal punto di vista del business plan e generazione di nuovi modelli di business. L’industria è quindi chiamata a giocare un ruolo chiave in questa partita dell’innovazione, ovvero contribuire con la propria visione a trasformare una buona idea, magari nata nei laboratori di Università e Centri di Ricerca, in un prodotto o in un servizio di successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *