Blog

La logistica nell’e-commerce: il punto di vista dell’operatore logistico

 

Gli acquisti online sono parte integrante della nostra vita quotidiana. Un click sulla conferma di acquisto e al consumatore non resta che attendere qualche giorno. Ma cosa si nasconde dietro questo tanto immediato quanto complesso processo operativo? La risposta è una sola: la logistica e-commerce.

Dati di riferimento e trend

 I dati italiani raccontano che l’80% della popolazione fa almeno un acquisto online al mese con un aumento stimato principalmente per la fascia di età che va dai 25 ai 54 anni. Al momento, tra i prodotti più acquistati dagli e-consumer troviamo il settore elettronico (74,9%) e quello di moda e accessori (64,4%). Si stima inoltre che, nel 2023, assisteremo ad un trend positivo che si allargherà a tutti i settori merceologici, con un particolare focus sul settore moda che subirà un aumento decisamente interessante, passando dai 4,48 miliardi di euro di fatturato del 2018 ai 6,71 miliardi del 2023.

Da considerare inoltre, che in questa situazione emergenziale, anche le fasce di età meno predisposte agli acquisti online, si sono trovate a fare i conti con questa nuova tipologia di acquisti, decretando un ulteriore incremento di questo servizio destinato a restare tale nel tempo.

Il punto di vista dell’operatore logistico step by step

La logistica e-commerce richiede una progettualità differente rispetto a quella tradizionale, dal tipo di flusso merci, alla tipologia di cliente (che non si conosce) a una sempre domanda imprevedibile. Rispetto alla logistica tradizionale inoltre, la maggioranza dei colli che rappresentano il flusso delle merci, è di piccole dimensioni.

È compito esclusivo dell’operatore logistico quello di analizzare il mercato di riferimento del cliente, progettando la piattaforma web più utile alla gestione logistica e amministrativa del tipo di settore. Ogni layout di magazzino, dev’essere customizzato e progettato con focus rivolto sempre all’ottimizzazione dei tempi e alla possibilità di garantire un percorso efficiente e funzionale alle merci.

Approfondiamo ora, nello specifico, i vari step che si “nascondono” dietro al processo logistico dell’e-commerce, dal punto di vista dell’operatore logistico.

1. Stoccaggio

Ogni magazzino deve essere sottoposto ad una mappatura costante che permetta all’operatore logistico di individuare le scorte di merci e monitorare i prodotti in entrata e in uscita. Gli spazi devono essere sfruttati in tutto il loro potenziale e organizzati ad hoc per garantire alle risorse operative di potersi muovere efficientemente, l’ergonomia delle postazioni è un elemento essenziale.

2. Ricezione merci

Ogni addetto alla ricezione merci deve essere formato adeguatamente e ha il compito di occuparsi del controllo visivo e della identificazione del prodotto, si procede poi con la registrazione delle merci e la loro successiva etichettatura. Questa fase è molto delicata e va progettata strategicamente con il fornitore, tenendo come riferimento tutti gli altri processi della supply chain.

3. Check out e preparazione prodotto

Tramite i vari software, il prodotto verrà individuato all’interno del magazzino passando alla fase successiva di picking che potrà manuale o automatica. L’ordine dev’essere evaso in tempi veloci, garantendo al prodotto qualità sia nel suo impacchettamento che nella sua concretezza all’arrivo. Ogni prodotto segue un preciso procedimento di imballaggio e documentazione su indicazione del fornitore.

4. Spedizione

Il momento della spedizione richiede una specifica progettazione che deve tenere conto del percorso che la merce dovrà realizzare per giungere a destinazione, il prodotto è sempre associato ad un servizio di tracking che permette al consumatore e all’operatore di monitorarlo. Si tratta di un’operazione di coordinazione dei trasporti basata su informazioni quali peso del prodotto, volume e organizzazione dei tragitti. Le consegne, così come l’intero processo, devono essere ottimizzate, calcolando nel dettaglio ogni fattore.

5. Reverse logistics

Anche se spesso non viene considerata, la gestione dei resi rappresenta un aspetto cruciale del flusso logistico delle merci, il quale, non segue sempre un percorso unidirezionale. Si stima che la politica dei resi raggiunga una percentuale complessiva del 40%. L’operatore logistico deve poter gestire attraverso un sistema certificato la reverse logistics, ottimizzando i processi al fine di non intaccare la marginalità del valore del prodotto.

In conclusione, al settore logistico nell’e-commerce, spetta quindi l’importante compito di gestire l’intera filiera distributiva delle merci, garantendo un efficiente organizzazione del flusso dei prodotti, dal momento dell’acquisto, all’arrivo alla destinazione indicata.

MM Operations punta da sempre all’ottimizzazione dei processi, investendo nella formazione di ogni singola risorsa e puntando giorno dopo giorno all’implementazione delle proprie performance, l’obiettivo è la piena soddisfazione del cliente e del consumatore finale.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Iscriviti alla nostra newsletter.
Una volta al mese ti manderemo dei contenuti nuovi oppure, di tanto in tanto, ti informeremo di qualche nostra iniziativa (ad esempio eventi, congressi, ecc…).
MM Operations, intelligenza organizzativa per la logistica integrata






 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *